Diski: una nuova generazione

Mi sto dedicando alla riscrittura di Diski visti ormai i limiti raggiunti della versione attuale. Siamo giunti ormai a quella che dovrebbe essere la quarta generazione. Per questo nuovo corso ho deciso di cambiare tutto: architettura ambiente di sviluppo, interfaccia, ecc. La nomenclatura delle versioni resterà la medesiama della terza generazione (letter versione) e la prima versione distribuità sarà la versione 2010a che dovrebbe vedere la luce nei primi giorni di Gennaio 2010.

Fino ad allora non sono previste importanti novità per la generazione attuale anche se a dire il vero si pensava di pianificare ancora un versione prima del rilascio della quarta generazione. Non si tratta di nulla di sbalorditivo: correzione ad alcune piccole anomalie e le griglie di colore alternato grazie all’uso della formattazione condizionale prensente da Accesso 2000 (questa cosa richiederebbe l’abbandono di Access 97 e nella condizione dattuale, dove non cisono prospettive future per questa architettura, lascerei le cose come stanno).

Gli obbiettivi che mi sono posto per la nuova versione sono:

– un interfaccia utente più amichevole e modera, con la possibilità di aprire più finestre contemporaneamente.

– migliorare la scalabilità, in particolare verso il basso, infatti l’attuale Diski è eccellente in contesti complessi e di mutiutenze e meno efficiente in situazioni (più comuni per il vero) monoutente.

– semplificare l’installazione, vorrei che fosse monolitica.

– ambiente di sviluppo ancora più produttivo e meno legato alle strategie di Microsoft che per la parte front-end era spesso limitante.

– semplificare l’architettura, back-end e front-end in una sola entità.

– multipiattaforma, ora di fatto solo il back-end lo era, per il front-end era necessario ricorre a sistemi di virtualizzazione per chi non usava Windows. Quindi ho previsto il supporto nativo per Windows e Mac (che sono la quasi totalità degli utenti di Diski).

Come sempre vi terrò aggiornati, ora, da questo nuovo sito.

2 risposte a “Diski: una nuova generazione

  1. Ovviamente il tempo è passato e non sono riuscito a mantenere la scaletta promessa, quindi, come vede dal post di oggi, la prima versione rilasciata al pubblico della nuova generazione di Diski è al 2011a.

  2. Si, lo so che promettere richiede poi saper mantenere le promesse ma non sempre nella vita si può fare quello che si vuole… quindi accontentatevi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...