Ma Suzzara non è LAMERICA!!!

Nonostante venga definita la Los Angeles della pianura padana, questa cittadina rapisce e lascia rapiti chi la visiti. E’ spesso sconfortante e desolante perdersi tra le sue mille viuzze e viette, eppure ha qualcosa di speciale, di surreale che non si trova in altri luoghi. La sua cosmopoliticità la rende un luogo più simile ad Istambul cucinata al microonde o ad un Kabab mangiato con ragù e patatine fritte che non a quella cittadina della bassa che ci si aspetterebbe.

In bilico tra Lombardia ed Emilia, tra coerenza ed incoerenza, luogo dove ancora la lotta di classe la fa da padrone nelle discussioni estive dei bar, resta quel sapore e odore della bassa che nessuno può toglierle, nemmeno con una bonifica mussoliniana. Suzzara è così come è rimasta a partire da metà anni ’70s, sempre uguale a se stessa senza lodi e senza infamia.

Generazioni di suzzaresi si susseguono uguali se stesse come le ferocissime zanzare che vi hanno luogo che appaiono più mostruose della media nazionale, quasi di una forma primitiva simile ad un dinosauro di interesse darwiniano.

Süsèra, vista dalla sua torre, unico reperto superstite d’una furia tutta russa che ha voluto distruggere ogni ricordo di un’età comunale passata, appare calma e serena con le sue mille violenze estere sopite e ben ovattate in quelle mille casette e villette vittoriane e coloniali di cui l’arredo urbano è ben consapevole.

Ad ora essa stessa ancora assolve una mancanza cronica di personalità che nemmeno le guide politiche sanno colmare: tutto è morto, tutto è secco, tutto è avvizzito. E’ una città alla quale manca ogni spirito culturale in qualsiasi forma e dimensione. Ormai città dormitorio e periferia di una regione che tollera sempre meno le presenza extracomunitaria e che fa di Suzzara un grande ghetto a cielo aperto, una discarica sociale anziché laboratorio interculturale.

Suzzara, perdona, sii buona almeno tu.

Annunci

2 risposte a “Ma Suzzara non è LAMERICA!!!

  1. Ehm… correzione, le villette sono in stile liberty 🙂
    … per il resto, direi che ci siamo, soprattutto nelle ultime righe

    • Volutamente sono state escluse le villette Libery, avendo per loro un particolare predilezione, ho preferito lasciarle immacolate al cospetto dei crimini. Un giorno, ne son certo, ne avrò una, magari proprio a Suzzara.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...