Chinò il capo e…

… e gli fu mozzato. Nessuno si smarrì per l’accaduto, anzi, in molti e per il vero, ne furono piacevolmente allietati dall’accaduto tanto che qualcuno si vesti a festa.

Feste e banchetti proseguirono per giorni e giorni tanto da non poter che essere accomunata alla solita lieta manifestazione estiva che tra zanzare e maccheroni al torchio tinge di un colore vermiglio le anime.

Lo sgomento non sfiorò nemmeno l’ala più conservatrice e storicamente più legata al suo capo. Ora, senza la testa, la comune resistenza alla tematica trattata viene meno. Nessuna testa al comando, il popolo comanda ora, si sente dire ogni tanto per le vie della città. Malaugurata è la sorte della cittadina.

Advertisements

Una risposta a “Chinò il capo e…

  1. Bel post, complimenti! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...