Oh lasso me!, quanto forte divaria

Oh lasso me!, quanto forte divaria
Como da Milano in tutte l’overe.
Là è bel tempo e qui pur sento piovere;
là si è sana e qui è inferma l’aria;

là è prudenzia e qui tutta contraria;
là è ricchezza e qui le genti povere;
là si po’ ire e qui non si po’ movere
per li gran poggi e laghi che la svaria ;

là si son donne delicate e morbide,
vezzose nel parlar, più vaghe e tenere
che qual par figlia e qual soror di Venere;

e qua son vizze, magre, secche e torbide,
col gavon grosso e con la buccia rancica:
ortica pare a chi lor carne brancica.

http://www.la-poesia.it/poesia-italiana/fazio-degli-uberti-oh-lasso-me-quanto-forte-divaria-154-1.html

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...